Ham Station IWHK (ex IW1CXZ)

Lo Shack


Antenne


Sota

Drm



Modi digitali


Radio pirata - Libro
Radio Pirata


Articoli



Home Page





Due kit per realizzare un ricevitore HF SDR multibanda

Dopo aver avuto la possibilità di provare a fondo diversi ricevitori Sdr (tra gli altri il Perseus, il CiaoRadio H-101 e l’Elad Fdm-77) avevo da tempo l’intenzione di realizzare un piccolo rx casalingo da usare soprattutto per la ricezione del Drm e per i segnali utility. In casa mi ritrovavo due kit sdr che avevo già realizzato e provato, il primo è l’Rtx Softrock 40/30 e il secondo è il kit giapponese Soft66 per I 40 metri. Il secondo, il giapponese Soft66 si distingue per il fatto che è stato realizzato utilizzando componenti discreti non-smd e quindi è piu’ facilmente modificabile rispetto al SoftRock. Entrambi questi ricevitori Sdr sono comunque basati su un oscillatore al quarzo e quindi per realizzare un ricevitore HF a copertura continua è stato necessario trovare un kit di un generatore. Sul mercato radioamatoriale sono disponibili almeno un paio di kit basati su DDS (il giapponese DDS-BASE o l’americano DDS-60 del gruppo AmQrp) e poi c’é la novità del kit del gruppo inglese Qrp2000 basato sull’integrato Si570. La scelta alla fine è caduta proprio su quest’ultimo kit per almeno due motivi principali : il primo è relativo al controllo che avviene via USB e il secondo la disponibilità di alcuni buoni software Sdr (Rocky e PowerSdr) che già contengono la possibilità di comandare direttamente il generatore di frequenza. Il kit offerto dal Qrp2008 (attraverso il sito http://www.sdr-kits.net/) è e’ un generatore sintetizzato che funziona dai 3 ai 215 mhz e viene controllato via Usb attraverso un programma stand-alone (per Windows XP/Vista) oppure comandato direttamente da alcuni software sdr. Utilizzando il kit si570 come generatore è possibile fare funzionare quindi il Soft66 come ricevitore multibanda. Da segnalare che entrambi i kit sono alimentati a 5 volt e quindi è stato possibile usare direttamente l’alimentazione della presa Usb. La connessione tra il generatore e il ricevitore Soft66 è stata decisamente facile, ho tolto dalla scheda l’integrato 74AC04N, escludendo cosi’ l’oscillatore a quarzo, e con un cavetto scherma si collega l’uscita del generatore Si570 al piedino 11 dell’integrato 74AC74N. Il ricevitore Soft66 è dotato all’ingresso di un filtro passa banda che è stato progettato per i 40 metri quindi la resa sulle frequenze al di sopra degli 8 mhz e’ deludente, quindi il prossimo step del progetto e’ costruire almeno 3 filtri passa banda per coprire la banda da 0.500 a 25 mhz e utilizzare in prima battura uno switch manuale e poi un sistema di switch digitale, magari controllato via seriale o parallela, come già avviene nella versione multibanda del kit Softrock. Le prime prove comunque sono molto interessanti, utilizzare il ricevitore con PowerSdr è veramente un piacere, usando la mia scheda audio Sound Blaster Live posso campionare a 92 Khz e quindi avere 92 khz di banda visibili in tempo reale sullo schermo. Ho anche provato l’ottimo software Winrad di Alberto I2phd che trovo decisamente superiore al Powersdr peccato pero’ che non è ancora stata resa disponibile la DLL per il controllo diretto della frequenza del generatore Si570. Da segnalare infine la versione 3.6 del softaware SDR Rocky che controlla direttamente l’Si570 e che funziona decisamente bene con l’unica pecca di non avere tra le modalità demodulate l’AM e per un vecchio ascoltatore di broadcasting come me è un vero peccato.